Cascata delle Marmore (Terni), (askanews) - Sport, natura e un pizzico di adrenalina: un mix perfetto per chi vuole trascorrere una giornata divertente e da brivido. Si può scegliere tra rafting, soft rafting e Hydrospeed. È la proposta del Centro Rafting Marmore, in Umbria, a un'ora di auto da Roma. Si può percorrere il fiume Nera, tra le rapide e ammirando un paesaggio mozzafiato della cascata più alta d'Europa.

Qui il fiume scorre veloce, ribollendo sulle rocce, per oltre tre chilometri, formando rapide di quarto grado (da uno a sei sono le difficoltà del rafting), contornato da una vegetazione rigogliosa.

Appena arrivati al centro, le guide abilitate della Federazione Italiana Rafting consegnano l'attrezzatura necessaria: la muta in neoprene, il caschetto, il salvagente, e la giacca d'acqua. Poi si raggiunge il punto di imbarco posto proprio sotto la Cascata delle Marmore. Dopo una lezione teorica si sale sul gommone, generalmente composto da cinque persone e una guida che impartisce gli ordini durante la discesa che dura circa un'ora.

Per provare questa avventura basta saper nuotare bene, essere in buone condizioni di salute, avere un'età tra i 18 e i 55 anni e un peso inferiore ai 100 kg.

Il soft rafting invece è adatto anche per i bambini e per chi non sa nuotare. La discesa avviene all'interno del Parco Fluviale del Nera tra i comuni di Ferentillo e Arrone. L'Hydrospeed è invece una sorta di piccolo 'bob' in plastica galleggiante da tenere ben saldo con le mani e che consente di flottare con sicurezza nelle rapide.