Roma, (askanews) - "Prendici così, #sporchemabuone", è la nuova campagna di solidarietà che si sta diffondendo in tutta Italia. Dopo il pastificio Rummo, anche una delle cooperative agricole tra le più antiche della Campania è in ginocchio per i danni del maltempo: la cantina di Solopaca, le cui oltre 60mila bottiglie di vino scampate all'alluvione del 15 ottobre e ricoperte dal fango, sono state messe in vendita in via Bebiana a Solopaca (Benevento).Le bottiglie sono state infatti recuperate, grazie al vetro il contenuto è intatto e buono, ed è scattata la gara di solidarietà tra i cittadini, da ogni parte del Paese, per acquistarle. "Ci sono ancora tantissime bottiglie perché i magazzini erano pieni e pronti per le spedizioni, purtroppo abbiamo avuto un grave danno, però ci rialzeremo", spiega una delle responsabili."Chi vuole dare una mano può acquistare queste bottiglie che hanno anche il loro fascino coperte così di fango", aggiunge questo ragazzo.La campagna sta funzionando: "Io le prendo per la drogheria dove domani faremo una serata castagne e vino di Solopaca", dice questo cliente.Carmine Coletta, presidente della Cantina Sociale di Solopaca dice che l'iniziativa sta andando bene e sta spopolando sui social network. Il problema, però, è anche un altro: "Il problema serio resta per i viticoltori, i soci che hanno avuto i terreni danneggiati dall'esondazione del fiume, dall'ondata di piena che ha estirpato i vigneti, e non potranno produrre per almeno tre anni. Adesso la parte la deve fare chi ci vuole aiutare, i sostenitori, i clienti e gli amici", conclude Coletta.