Catania (TMNews) - Dopo 16 giorni di modeste esplosioni di cenere l'Etna torna a farsi sentire con un'eruzione spettacolare. L'attività stromboliana è cominciata nella serata di domenica 10 novembre ed è andata avanti per ore. Le cattive condizioni metereologiche non hanno permesso di osservare l'eruzione al meglio, ma i contrasti tra la cenere, le nuvole e il rosso della lava hanno comunque regalato spettacolo. Qualche difficoltà all'aeroporto Fontanarossa di Catania soprattutto perché il tempo coperto ha reso difficile monitorare al meglio l'evolversi della situazione; nonostante la chiusura precauzionale di alcuni spazi aerei però, i voli sono rimasti regolari.Il vulcano più grande d'Europa sembra aver dato così il benvenuto all'astronauta siciliano Luca Parmitano tornato sulla terra dopo aver passato 166 giorni sullo Spazio a bordo della Iss.