Roma (askanews) - "Mi chiedono: cosa farai sulla stazione? Contrariamente a quello che la gente pensa quando un astronauta vola sulla Stazione, non va su a fare gli esperimenti della propria agenzia spaziale. Il programma dell'Iss è lungo e complesso e nel suo ambito l'Itala partecipa costantemente, che ci sia un astronauta italiano a bordo o no. Io andrò sull'Iss e farò il meccanico, l'elettricista, il gruista spaziale ma sarò lì per fare l'astronauta. Se ci sarà la possibilità di avere esperimenti specifici a bordo sarò grato e onorato di questa cosa ma non è che uno va lassù a non far niente, c'è tutta una serie di cose che vanno fatte". Lo ha detto l'astronauta italiano dell'Esa, Paolo Nespoli a Roma in occasione della presentazione della missione italiana nello Spazio, assegnatagli dall'Asi, l'Agenzia spaziale italiana e prevista per il mese di maggio 2017.