Milano (askanews) - Caffè chiama Terra: è stato bevuto il primo espresso nello spazio. Un desiderio finalmente realizzato dagli astronauti grazie a ISSpresso, la prima macchina a capsule in grado di lavorare nelle condizioni estreme dello spazio, che è stata installata e messa in funzione sulla Stazione Spaziale Internazionale da Samantha Cristoforetti. Il progetto ISSpresso è stato realizzato da Argotec e Lavazza in partnership pubblico-privata con l Agenzia Spaziale Italiana (ASI).Questo simbolo del Made in Italy alla conquista dello spazio è uno dei nove esperimenti della missione Futura di Cristoforetti, frutto di una ricerca scientifica avanzata. Per preparare un caffè in orbita è infatti necessaria una tecnologia estremamente raffinata. La prima macchina espresso spaziale è in grado di lavorare nelle condizioni estreme dello spazio, dove i principi che regolano la fluidodinamica dei liquidi e delle miscele sono molto diversi da quelli terrestri. La macchina da caffè spaziale è in grado di erogare un espresso a regola d arte in assenza di peso. Unica pecca, l'Isspresso non si puo gustare con la classica tazzina dei bar italiani.