Milano (askanews) - Una persona inquietante, paranoica e aggressiva. Valerio Maraniello, ex legale di Claudio Giardiello, descrive così l'omicida che ha sparato all'interno del Tribunale di Milano. Fra le vittime anche Lorenzo Alberto Claris Appiani, avvocato collega di Maraniello che a differenza sua aveva continuato a seguire Giardiello. "L'avevamo seguito due o tre anni fa per un problema di gestione della sua società immobiliare, per una transazione che doveva fare con i soci. Io ho mollato l'incarico perché era una persona particolare, ingestibile, non seguiva le direttive, aveva un atteggiamento un po' paranoide, era una persona inquietante". Maraniello ha spiegato che Giardiello era una persona "molto gentile in un primo tempo, ma poi molto aggresivo nei modi quando si approfondivano alcuni aspetti nel rapporto professionale". "Aveva sempre la convinzione che tutti lo volessero fregare", ha concluso.