Roma, (askanews) - E' stata confermata in appello la condanna a 16 anni di carcere per Luigi Preiti, il disoccupato calabrese che il 28 aprile del 2013 sparò contro quattro carabinieri davanti a Palazzo Chigi.I giudici della I corte d'assise d'appello hanno respinto il ricorso della procura, che aveva sollecitato 18 anni di pena.Con la sua folle azione, Preiti ferì 4 carabinieri, tra cui uno il brigadiere dell'Arma, Giuseppe Giangrande, in modo grave. La figlia di Giangrande, Martina, dopo la sentenza si è detta "soddisfatta", ricordando che le condizioni del padre sono stabili.