Miami, (TMNews) - Un sequestro dal movente sconosciuto, che si è trasformato in una tragedia. È successo a Hialeah, sobborgo nord occidentale di Miami densamente popolato da cubani, dove un uomo ha preso in ostaggio e poi ucciso sei persone dentro un palazzo, per poi venire a sua volta ucciso dopo un conflitto a fuoco con la polizia. Il tutto è iniziato nel tardo pomeriggio, quando l'uomo ha deciso di rinchiudersi in un appartamento dell'edificio, prendendo in ostaggio la coppia che si trovava all'interno. I due hanno cercato per ore di trattare con il sequestratore per convincerlo a lasciarli andare, dato che la polizia circondava l'edificio. Tra le vittime c'è anche una coppia di anziani colombiani, proprietari del palazzo."Ho sentito tra i 15 e i 20 colpi, sono uscita e i miei vicini urlavano che i miei genitori erano stati colpiti" racconta la figlia della coppia, Shamira."Ho pensato ci fosse un litigio in corso, e che la persona avesse aperto il fuoco contro entrambi. Mia madre è morta sul colpo, mio papà era ancora vivo quando sono arrivata ma non ho fatto in tempo a scendere le scale che la polizia stava già liberando la scena. Sono sicura che sia morto poco dopo". Si indaga sul movente del sequestratore.(immagini Afp)