San Bernardino (askanews) - Nuova strage in California; 2 killer vestiti con tute militari e armati di armi d'assalto, hanno fatto irruzione nell'Inland Regional Center, un centro per disabili a San Bernardino, circa 100 Km a est di Los Angeles, uccidendo 14 persone e ferendone almeno 17, prima di darsi alla fuga su un Suv nero.Gli attentatori sono stati inseguiti e uccisi in seguito a un conflitto a fuoco con la polizia, per le strade di Mountain view. I killer sono un uomo e una donna: Syed Farook, 28enne cittadino americano di religione islamica, ex dipendente del centro per disabili teatro della strage e Tashlim Malik, di 27 anni. Fermata anche una terza persona, la cui posizione è al vaglio."Erano abbigliati con tute da assalto - ha spiegato il capo della polizia di San Bernardino, Jarrod Burguan - ancora non sappiamo, però, quale sia il movente di questa strage".Si pensa che alla base dell'attacco possa esserci una lite che di recente Farook aveva avuto con i suoi colleghi del centro in cui lavorano 670 persone ma gli inquirenti non tralasciano alcuna ipotesi, compresa quella terroristica.Sulla vicenda ha fatto sentire la sua voce anche il presidente americano Barack Obama che, in un'intervista alla Cbs, ha rivolto un ennesimo appello al congresso per trovare una soluzione definitiva al problema delle "armi facili"."Dobbiamo trovare un accordo bipartisan a tutti i livelli di governo per far sì che queste cose siano una rarità rispetto alla normalità - ha detto Obama - non dobbiamo pensare che tutto questo sia 'ordinario', perché cose del genere non accadono con la stessa frequenza negli altri Paesi".Cambiare le leggi che regolano l'acquisto di armi è una priorità per Obama: Abbiamo una No fly list, una lista di persone che non possono volare, prendere l'aereo - ha concluso - eppure quelle stesse persone, secondo la legge, potrebbero entrare in un negozio e comprare tranquillamente delle armi.(Immagini Afp)