Valencia (askanews) - "Crediamo che questo sia punto di svolta, le cose adesso potrebbero andare molto bene o molto male, i cittadini sono informati e possono scegliere se andare verso una situazione di soccorso organizzato in mare o tornare al Medioevo". A parlare è Alessandro Porro (a destra) uno dei soccorritori di Sos méditerranée a bordo dell'Aquarius che insieme al collega Massimo Pelletti fa il punto una volta sbarcati a Valencia (a sinistra).

"C è un problema adesso diventato evidente di soccorso in mare", dice Pelletti, mentre Porro invita i "politici europeri intorno a un tavolo per discutere della situazione perché evidentemente non è facile, non è così gestibile".