Mogadiscio (askanews) - Il gruppo islamista somalo Shebab ha rivendicato l'attacco a Garowe, capitale della regione semi autonoma del Puntland, nella Somalia nord-orientale, contro un minibus delle Nazioni Unite e costato la vita ad almeno sei persone. Quattro delle vittime sono stranieri, mentre tra i sette feriti due non sono di cittadinanza somala."Abbiamo colpito l'Onu a Garowe perché fa parte delle forze di colonizzazione della Somalia", ha dichiarato il portavoce degli Shebab. Secondo quanto riferito dalla polizia, un congegno piazzato sul minibus è stato fatto esplodere nei pressi di un ufficio dell'Onu. Ma secondo altri testimoni, l'esplosione potrebbe essere stata originata da una bomba sotto il manto stradale e fatta esplodere al passaggio del minibus, adibito al trasporto dello staff da un residence agli uffici Onu. Le nazionalità degli stranieri vittime dell'attentato non sono state rivelate.(Immagini Afp)