Nairobi, 2 set. (askanews) - Almeno 50 soldati ugandesi della Forza dell'Unione africana di stanza in Somalia sarebbero stati uccisi nel corso di un attacco nella loro base di Jalane, nel sud del paese, condotto dalle milizie islamiste shebab. La notizia è stata riferita da alcuni militari occidentali inseriti nel contingente della missione di peacekeeping.In un rapporto inviato ai servizi diplomatici coinvolti dai militari occidentali si legge che in totale circa un centinaio di soldati mancano ancora all'appello dopo l'attacco. Ma sempre secondo il documento è probabile che non siano morti e che si siano nascosti nei dintorni del campo.Il bilancio coincide con quello degli shebab che hanno rivendicato l'attacco affermando di aver ucciso 50 soldati. Il gruppo islamista, affiliato ad al Qaida, ha dichiarato che l'attacco alla base, una ottantina di chilometri a sud-ovest di Mogadiscio, rappresenta una azione di rappresaglia per vendicare l'uccisione a luglio di sette civili da parte delle truppe ugandesi nel corso di un matrimonio nella città di Merka.(Immagini Afp)