Washington (TMNews) - Soluzione geniale o un'altra storia di infanzia rubata? La risposta è complessa.Miguel Caballero è un imprenditore colombiano che ha creato il "V pack", un ibrido tra un giubbotto antiproiettile e uno zainetto scolastico. A prova di serial killer."Lo abbiamo testato con pistole di calibro dal 9 al 44 millimetri. E ha superato la prova, assorbendo l'impatto e minimizzando il rischio per il bambino".Caballero si è fatto un nome producendo giubbotti antiproiettile su misura per capi di Stato e celebrità varie. Ma di recente è stato sollecitato anche da genitori angosciati per i loro figli dopo il massacro alla Sandy Hook Elementary School di Newtown del dicembre scorso che ha causato la morte di 27 persone, 20 delle quali bambini tra i 6 e i 7 anni.Per questo ha creato giubbotti antiproiettile che possono essere custoditi in un'aula di scuola per essere distribuiti agli alunni in caso di emergenza.La domanda crea l'offerta e sul mercato hanno cominciato a lavorare anche altri imprenditori.A San Antonio, in Texas, subito dopo la strage di Newtown Mike Taylor ha pensato a uno scudo a prova di arma da fuoco."Se avessero avuto qualcosa di simile in mano per difendersi, tutti quei bambini non sarebbero morti".Anche in Utah un'azienda che produce giubbotti antiproiettile per le forze armate e la polizia ha progettato uno zainetto blindato in vendita a 300 dollari per scongiurare gli esiti drammatici della follia umana.In questo modo, sostengono inventori e produttori i bambini a scuola possono ora disporre di una difesa efficace in caso di un attacco folle imprevedibile.Resta la domanda: soluzione geniale o infanzia rubata?