Sochi, (TMNews) - A Timor est nessuno ha mai visto cadere la neve e non esiste nemmeno una parola per dire "sciare". Nonostante questo per la prima volta nella sua storia a Sochi il Paese del sud est asiatico è rappresentato alle olimpiadi invernali. Il 19enne Yohan Goutt Goncalves, è cresciuto in Francia ma ha mamma e passaporto di Timor Est. "Ho cominciato a gareggiare all'età di 12 anni - racconta - dal giugno del 2013 ho maturato il diritto a gareggiare nelle competizioni internazionali per Timor".La sfida più grande per lui è stata finanziare i suoi allenamenti senza una struttura sportiva nazionale alle spalle. Ma il suo caso ha attirato gli sponsor, Yohan è passato per trasmissioni televisive e radiofoniche. E ha pure incontrato il presidente di Timor01.09"Gli ho anche fatto un piccolo dono, i miei guanti da sci. Credo siano i primi visti a Timor Est", ha scherzato Yohan. Lo sciatore si è allenato in Alta Savoia insieme ad altri atleti di Romania, Israele e Australia che come lui non hanno una nazione che li possa seguire. A Sochi pare non abbia grandi chance di vincere medaglie, ma per uno che viene dal paese dove non nevica mai è proprio il caso di dire che l'importante è partecipare.(immagini Afp)