New York, 30 gen. (TMNews) - La National Security Agency avrebbe spiato le comunicazioni dei leader stranieri prima e durante la conferenza sul clima di Copenhagen nel 2009. Questa l'ultima rivelazione sull'agenzia d'intelligence americana svelata dall'Huffington Post e dal quotidiano danese Dagbladet Information grazie ai documenti ricevuti dall'ex contractor Edward Snowden.La Nsa avrebbe controllato telefonate ed email di leader enegoziatori stranieri impegnati nei negoziati, per "tenere ben informati" i funzionari americani. Con la Nsa avrebbero collaborato le intelligence di Canada, Australia, Nuova Zelanda e Regno Unito. Il presidente Obama - che partecipò al vertice - e l'allora segretario di Stato, Hillary Clinton, sarebbero stati informati dei dati raccolti dall'intelligence. Nelle settimane passate erano già emerse le accuse sulle attività di spionaggio effettuate durante il G-20 di Londra del 2009, la conferenza sul clima di Bali nel 2007, il G-8 e il G-20 in Canada nel 2010.