Amatrice (askanews) - Nessuno può escludere altre scosse importanti dopo quella di magnitudo 6.0 che ha colpito i comuni di Amatrice, Accumuli, Pescara del Tronto e Arquata del Tronto. Lo spiega Domenico Angeloni, del Consiglio nazionale dei geologi ad Amatrice per prestare soccorso. Ci aspettavamo un evento come ce lo aspettiamo. Tutta la dorsale appenninica fino alla Calabria e oltre è a rischio sismico. La localizzazione tuttavia non è prevedibile .

Le scosse di questa notte, due di una certa entità, lo dimostrano. I terremoti degli anni scorsi del resto, chiarisce Angeloni, evidenziano che lo sciame sismico successivo alla scossa principale puo essere caratterizzato da eventi di una certa importanza. La storia ci ha insegnato dal Friuli, passando per San Giuliano di Puglia che gli eventi after shock possono essere di un certo rilievo. Non si può escludere che possano esserci altri eventi di importanza severa