Arlington, Virginia (askanews) - Il segretario alla Difesa statunitense Ashton Carter ha confermato che gli Stati Uniti stanno per iniziare l'addestramento delle milizie ribelli moderate siriane allo scopo di affrontare i gruppi armati dell'Isis. Carter ha specificato che non è al momento previsto un confronto diretto con le forze regolari del governo di Damasco."Non fa parte del nostro programma e non gli chiederemo di attaccare unità militari di Assad, ha dichiarato il ministro della Difesa Usa. Se verranno attaccate dal governo di Damasco, dovranno rispondere. Ma non sono state organizzate a quello scopo, il loro obiettivo è quello di attaccare l'Isis".L'addestramento da parte delle forze speciali statunitensi si terrà in Giordania, con un'estensione successiva del programma anche in Turchia, Arabia Saudita e Qatar. Il capo del Pentagono ha inoltre fatto sapere che ai combattenti moderati saranno fornite armi di piccolo calibro come pistole e fucili. Ma Carter ha sottolineato che le armi che saranno consegnate in dotazione saranno rigidamente contingentate.(Immagini Afp)