Damasco (TMNews) - Mentre l'Occidente si prepara a combattere in forze la minaccia islamista dell'Isis, in Siria gli estremisti sunniti continuano a sfidare militarmente il regime di Bashar al Assad. E i miliziani festeggiano l'abbattimento di un jet delle forze aeree governative."Un aereo degli Alawiti - spiega un combattente dell'Isis - è stato abbattuto dai nostri fratelli del sistema di difesa aerea. Abbiamo promesso a tutti i musulmani che altri aerei degli Alawiti saranno distrutti. Grazie a Dio sono stati uccisi anche i due maiali che erano nel velivolo".La brutale retorica dello Stato islamico, però, trascura di sottolineare alcuni dettagli, come per esempio i danni collaterali dell'abbattimento."Abbiamo visto un aereo in fiamme - racconta un testimone - e poco dopo è precipitato. Come potete vedere ci sono molti danni e molte vittime: uomini, donne e bambini".Gli orrori quindi proseguono anche in Siria, dove la situazione politica, così come la guerra civile, appare bloccata. E l'Occidente si trova ad avere dei nemici come Assad e l'Isis su entrambi i fronti in lotta.(immagini AFP)