Washington, (TMNews) - La Siria e l'ipotesi di un futuro intervento americano sono stati gli argomenti al centro di un'intervista esclusiva concessa dal Presidente degli Stati Uniti Barack Obama alla Cnn. Il tema più spinoso è il possibile uso di armi chimiche dopo la denuncia dell'osservatorio siriano per i diritti umani secondo cui il governo di Assad avrebbe usato gas tossici in un attacco su Damasco uccidendo centinaia di persone."Noi stiamo ancora raccogliendo informazioni su questo particolare evento", per ora risulta "dai primi indizi che si sia trattato di un grande evento che incute molta preoccupazione" - ha detto Obama che in passato aveva definito le armi chimiche come la linea rossa oltre la quale ci sarebbe stato - l'intervento americano."La situazione in Siria è davvero difficile - ha continuato - aggiungendo che l'attenzione dell'America e dell'intera comunità internazionale è rivolta al Paese."Quando si cominciano a vedere armi chimiche usate su larga scala - ha aggiunto - è davvero preoccupante, perché riguarda anche gli interessi nazionali degli Stati Uniti sotto due aspetti: il doversi accertare che non proliferino armi di distruzione di massa e il bisogno di proteggere i nostri alleati e le nostre basi nella regione".