Damasco. (askanews) - L'offensiva dell'Isis sta registrando nuovi clamorosi successi. Dopo la conquista di Ramadi, nell'Iraq centrale, 110 km a ovest di Bagdad, da cui stanno fuggendo migliaia di profughi, le milizie islamiste di al Baghdadi hanno assunto il controllo di tutta l'antica città di Palmira, in Siria, per i suoi inestimabili reperti archeologici entrata nel patrimonio mondiale censito dall'Unesco.Le truppe fedeli al regime di Damasco si sono ritirate da tutte le postazioni al centro e alla periferia di Palmira, lasciando il controllo della città agli insorti dello Stato islamico che nella notte hanno fatto il loro ingresso all'aeroporto militare e nella prigione per poi occupare la sede dell'intelligence militare.Nei giorni scorsi, la comunità internazionale aveva tirato un sospiro di sollievo quando era stato annunciato che i gruppi armati dell'Isis era stati respinti dalla città, minacciata dalla furia iconoclasta di un integralismo intollerante e settario che aveva già causato la distruzione dei reperti di molti siti archeologici iracheni.(Immagini Afp)