Washington (TMNews) - Una svolta nella politica estera degli Stati Uniti in Medio Oriente: il presidente Barack Obama starebbe infatti per autorizzare raid aerei contro le posizioni dei miliziani dello Stato islamico anche nel Paese di Assad. La decisione, che deve ancora essere ufficializzata, è maturata durante un incontro con i leader del Congresso, un confronto bipartisan dal quale la Casa Bianca ha ricevuto sostegno per colpire l'Isis "dovunque siano i suoi obiettivi strategici". L'obiettivo dichiarato degli Stati Uniti è quello prima di "indebolire" gli islamisti, quindi di arrivare alla "distruzione" dello Stato islamico. La decisioni di Obama evidenzia anche una cambio significativo rispetto a una politica di progressivo disimpegno militare dal Medio Oriente, condotta per anni dalla sua amministrazione, e, nel caso della Siria, implica anche non trascurabili ragionamenti sul rapporto con Assad, che al momento Washington non ha ancora chiarito. Ma la lotta all'Isis ora è priorità assoluta.(Immagini Afp)