Beirut. (askanews) - La campagna di terrore mediatico dell'Isis non si arresta. A Sirte, i miliziani islamisti di al Baghdadi hanno ucciso quattro uomini, di cui uno crocefisso, dopo averli travestiti con le tute arancioni dei detenuti del carcere di Guantanamo. In un video diffuso sui social media e ripreso alla tv satellitare "al Arabiya", si vedono gli uomini della fazione libica dell'Isis aprire il fuoco contro un uomo appeso a una struttura di legno che richiama un patibolo a cui il prigioniero è stato legato in croce.L'organizzazione terroristica ha anche postato in rete immagini che mostrano la distruzione del tempio di Baal Shamin a Palmira, in Siria. La serie di fotografie mostra i miliziani dell'Isis che collocano nel tempio botti e contenitori più piccoli, presumibilmente contenenti materiale esplosivo.Nelle foto, che sembrano essere dei fermi-immagine di un video, viene mostrata anche un'esplosione che potrebbe essere avvenuta nel tempio mentre viene fatto saltare in aria e poi un cumulo di macerie al posto di quello che era il sito archeologico dell'Unesco.La distruzione del tempio, avvenuta domenica scorsa, ha suscitato indignazione in tutto il mondo. Secondo le Nazioni Unite si tratta di un crimine di guerra e una perdita inestimabile per il popolo siriano e per tutta l'umanità.