Istanbul (TMNews) - "Il raid aereo in Siria è inaccettabile. Nessun pretesto può giustificare questa operazione".Non usa mezzi termini il premier turco Recep Tayyip Erdogan per condannare i recenti attacchi di Gerusalemme in territorio siriano. Lo ha fatto nel corso di un discorso al Parlamento chiedendo anche alle Nazioni unite di intervenire per porre fine ai "massacri di civili" commessi dalle forze di Assad."Questi raid - ha continuato Erdogan - presentano su un piatto d'argento opportunità al regime illegale del presidente Bashar al-Assad per restare al potere".Israele fra venerdì 3 e domenica 5 maggio 2013 ha bombardato un complesso militare siriano nei pressi di Damasco in cui, secondo fonti israeliane, erano nascoste armi provenienti dall'Iran e destinate all'Hezbollah libanese, alleato di Damasco. Secondo le stesse fonti, lo Stato ebraico ha anche colpito, un deposito di armi nei pressi dell'aeroporto di Damasco.(Immagini Afp)