Damasco (askanews) - Almeno 25 persone, tra cui due ufficiali, hanno perso la vita e oltre un centinaio sono rimasti feriti a causa di un doppio attentato suicida organizzato a un posto di blocco dell'esercito siriano a Homs, nella Siria centrale. L'attacco è stato rivendicato dall'Isis.Gli attentati sono avvenuti nel quartiere di al-Zahraa, a maggioranza alawita, confessione sciita da cui proviene la famiglia Assad. Secondo le prime testimonianze uno dei due terroristi si trovava a bordo di un'auto quando ha fatto detonare la sua cintura esplosiva. Poco dopo la prima esplosione, secondo modalità da tempo consolidate per aumentare il numero delle vittime, un altro attentatore suicida che indossava l'uniforme militare si è fatto saltare in aria mentre la gente accorreva sul posto per soccorrere i feriti.Al-Zahraa era già stato in passato teatro di attentati devastanti. L'ultimo, costato la vita a 19 persone, era avvenuto nello scorso dicembre e anche quell'attentato era stato rivendicato dalle milizie islamiste dell'Isis, in guerra da anni contro il regime di Damasco.(Immagini Afp)