Aleppo (askanews) - Libri antichi, vecchi dischi e tante, tante auto. Quasi ogni giorno Abu Omar lustra con un panno quel che resta della sua collezione. In mezzo ai palazzi distrutti di Aleppo, in Siria, questa appassionato d'auto d'epoca conserva ancora 24 vetture. Non è facile proteggerle in questa zona dove da cinque anni infuria la guerra civile. Nei bombardamenti ne sono rimaste distrutte sei"Quando una delle mie auto è colpita è come se colpissero me o un mio caro. E' molto difficile, è come se fossero i miei figli - racconta Abu Omar - Scendo in strada per controllare. Grazie a Dio riesco ancora a ripararle".La sua famiglia è sfuggita alla guerra. A 69 anni lui è rimasto con le sue auto ad Aleppo, nel quartiere di al-Chaar, zona controllata dai ribelli. E' un collezionista da una vita. "Mi piacciono le cose vecchie, perché sono più autentiche . spiega - Il fatto che siano state utilizzate per molto tempo, significa che sono resistenti. Proprio come le auto belle solide degli anni '40, '50 e '60".Abu Omar continua a ricevere offerte per le sue auto, ma preferisce attendere la fine della guerra per poterle donare ai suoi figli. In cinque anni 260mila persone sono morte in Siria, e oltre la metà della popolazione ha abbandonato la propria abitazione.(immagini Afp)