Milano (TMNews) - Le armi chimiche sono un crimine contro l'umanità. Il segretario generale dell'Onu Ban Ki Moon è interventuo in prima persona dopo le drammatiche immagini arrivate da Damasco dove secondo l'osservatorio siriano per i diritti umani centinaia di persone sono state uccise dai gas tossici. "Qualsiasi uso di armi chimiche, da parte di chiunque, sotto qualsiasi circostanza viola le leggi internazionali - ha detto - Un tale crimine contro l'umanità dovrebbe portare a serie conseguenze contro i responsabili". Ban Ki moon ha anche chiesto che agli inviati Onu già presenti in Siria sia permesso di verificare i fatti. "Una volta ancora - ha continuato - io chiedo un'inchiesta immediata su quest'ultimo incidente".Intanto la situazione nel Paese è sempre più drammatica, l'Onu ha annunciato che si è arrivati a contare il milionesimo bambino profugo. Un milione di volti come quello di Aya, scappata col padre. "Hanno cominciato a bombardare la nostra casa, non potevamo rimanere lì, così siamo scappati". Eppure, dice, amo la Siria e mi manca molto.(Immagini Afp)