Damasco, (TMNews) - Un accordo fra il governo siriano e i ribelli su uno scambio di prigionieri è stato raggiunto nella regione di Damasco. Lo ha annunciato il quotidiano filo governativo al Watan, sottolineando che potrebbe essere attuato in un futuro non lontano.L'accordo prevede la liberazione di famiglie detenute dai ribelli nella città operaia di Adra, località di 20.000 abitanti vicino a Damasco, favorevole al presidente Bashar al Assad e assediata dall'esercito, in cambio dell'ingresso di viveri nella città. La popolazione soffre di grave malnutrizione e mancano i farmaci. "Oggi, un bambino è morto di fame. La situazione è drammatica", ha spiegato all'Afp Abu Barra, miliziano contattato via internet. In cambio dei viveri e della liberazione di oppositori detenuti nelle carceri governative, 1.500 famiglie tenute prigioniere dai ribelli a Adra saranno liberate, secondo al Watan. In un primo momento e in segno di buona volontà "una famiglia di otto persone sarà rilasciata in cambio di prodotti alimentari per i civili a Adra", si è appreso dalla stessa fonte.