Damasco (TMNews) - La guerra civile in Siria sembra incanalata verso una stagnazione infinita, devastante per il Paese e potenzialmente esplosiva per l'intero scenario mediorientale. In tutto ciò, mentre la comunità internazionale sembra incapace di azioni risolute, si continua a combattere anche a livello dei media. La tv di Stato di Damasco, infatti, ha diffuso le immagini dei danni che sarebbero stati provocati dai raid aerei israeliani in tre siti militari siriani nei pressi della capitale. Azioni militari che hanno contribuito notevolmente a innalzare la tensione complessiva nella regione.Dall'altro campo, invece, arrivano le immagini che documenterebbero i massacri compiuti dalle forze fedeli ad Assad nella città di Bayda. Video scioccanti, che circolano sul Web e che, nonostante l'incertezza della fonte, hanno fatto gridare all'orrore gli Stati Uniti e altri Paesi occidentali che sostengono le forze anti regime. Intanto però la guerra non si ferma e in Siria, su tutti i fronti, si continua a morire in un Paese sempre più spettrale.