Roma, (askanews) - Il sinodo della Chiesa anglicana si è riunito per la ratifica e l'approvazione finale dell'ordinazione delle donne vescovo. Le prime ordinazioni si terranno l'anno prossimo, ma dal Sinodo deve arrivare l'ok finale.Il primo sì era arrivato nel novembre 2013: una riforma storica, sostenuta fortemente dal primo ministro britannico David Cameron e dall'arcivescovo di Canterbury Justin Welby. Ma il cammino è stato tortuoso: numerosi i tradizionalisti che non hanno approvato la possibilità di nominare donne vescovo. Fino all'ultima votazione, avvenuta lo scorso luglio."Ecco i risultati della votazione - aveva annunciato John Santamu, arcivescovo della Chiesa di York - 37 a favore, 2 contrari, un astenuto. Per quanto riguarda il clero: 162 a favore, 25 contrari, 4 astenuti. Infine, i risultati della votazione dei Laici: 152 a favore, 45 contrari, 5 astenuti. La mozione è approvata".La Chiesa anglicana conta 26 milioni di fedeli. Dal 1992 sono ammesse al sacerdozio anche le donne e oggi rappresentano un terzo del clero. Un ulteriore passo importante è la decisione di avere donne vescovo: l'Inghilterra arriva in ritardo rispetto agli Stati Uniti e al Canada, dove le donne vescovo sono già operative.Immagini: Afp