Roma, (askanews) - "L'ho rimproverato, duramente e lo rifarei cento volte. Dopo l'ho tenuto abbracciato per tutto il tempo e gli altri ragazzini mi passavano di fianco e mi sussurravano di essere stati promossi": risponde così alle critiche piovute sui social Franco Metta, sindaco di Cerignola, reo di avere sgridato un bambino che si era "vantato" di essere stato bocciato.

Nel video - alias la diretta Facebook dell'inaugurazione di un parco giochi per bambini nella città in provincia di Foggia - si vede il primo cittadino di Cerignola che in dialetto e con toni molto accesi rimprovera il ragazzino bocciato e lo esorta a studiare di più.

"Non ti dovevi far bocciare, scemo", gli dice. "A scuola si studia", "cosa dobbiamo fare, devi studiare, lo dici con contentezza 'mi hanno bocciato'", e via dicendo, in un escalation di insulti e rimproveri in foggiano stretto. Alla fine il bimbo, che si era messo a piangere, promette al sindaco che al rientro a scuola a settembre si metterà a studiare.

Un video in poco tempo diventato virale sui social e che ha scatenato ironie e ire degli utenti.