Roma, (askanews) - "Si è reso disponibile, ha detto che l'Italia ci mette la faccia. Questa è una tragedia. Per chi fa il sindaco di una piccola cittadina, è un dramma, il dramma della morte, perchè conosci tutti per nome...". Così il sindaco di Amatrice, una delle zone più colpite dal sisma che ha piegato l'Italia centrale nella notte tra il 23 e il 24 agosto.

"Al momento 75 vittime: 64 di Amatrice e 11 di Accumoli, ma il numero è destinato a crescere".