Palermo (TMNews) - Mentre l'iter d'approvazione della riforma che prevede l'abolizione delle Province va faticosamente avanti in Aula all'Ars, il presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta ha richiamato l'attenzione sul colloquio avuto a Catania, proprio su questo tema, con il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano."Con Napolitano c'è stato uno scambio d'informazioni sulle Province - ha detto Crocetta - Mi ha detto 'mi raccomando, andate avanti, la riforma è necessaria'. Si capisce quindi l'attenzione istituzionale che c'è".Intanto, però, una doccia fredda per il governatore è arrivata dal Consiglio di giustizia amministrativa per la Regione Siciliana. Secondo la Cga, infatti, "i commissari straordinari" per le province nominati dal presidente della Regione "non possono essere legittimamente nominati dopo la scadenza del 31 dicembre 2013".