Milano (askanews) - Dalle piste da sci ai palcoscenici per inseguire il sogno di diventare (anche ) una rockstar. È la storia di Shaun White, già due volte campione olimpico nella specialità half-pipe a Torino 2006 e a Vancouver 2010 che ha deciso di prendersi una pausa dall'attività agonistica, non partecipando ai campionati mondiali di snowboard per suonare la chitarra nei "Bad Things", la sua rock band."Suonare è abbastanza difficile - ha detto il campione - in ogni momento qualcosa può andare storto, si può rompere la pedaliera o una corda della chitarra. Quando sono sullo snowboard, invece, nella maggior parte dei casi so cosa succederà. Con la musica invece, ogni volta è diverso, non sai mai il pubblico come può reagire".Shaun, classe 1986, soprannominato il "pomodoro volante" per via dei suoi capelli rossi, è un piccolo genio delle piste da sci. Ha iniziato sin da piccolo a collezionare successi nonostante sia nato con una grave malformazione cardiaca che lo ha costretto, in tenera età a subire due operazioni al cuore. A 4 anni già gareggiava con gli sci, a 6 era sullo snoboard. Divenuto professionista nel 1999, ha iniziato a vincere medaglie dal 2001 e da allora non si è più fermato.(Immagini AFp)