Milano (TMNews) - Vittorio Sgarbi attacca Germano Celant, curatore del padiglione "Arts and Foods" che sarà allestita alla Triennale di Milano in occasione di Expo 2015. Il critico d'arte critica l'ingaggio offerto a Celant per la sua curatela, presentando nella sede della Regione Lombardia il suo progetto culturale per Milano durante Expo 2015. "L'incarico che ho avuto - dice Sgarbi riferendosi alla nomina di ambasciatore per le Belle arti - è a titolo assolutamente gratuito: annuncio qui allora che denuncerò alla Corte dei conti e alla magistratura tale Celant Germano perchè non si può immaginare che indebito profitto in chi, facendo una mostra sicuramente brutta spenda 6 milioni di euro e abbia 750mila euro per la sua consulenza. È un prezzo fuori da ogni mercato, che va a un critico di nessun valore, totalmente privo di conoscenza dell'arte che non sia contemporanea. Di tanti sprechi e tante condanne eventuali e possibili questo è reale. È una cosa che non va fatta, è danno per Milano e furto all'erario".