Milano (askanews) - Inserti di parti morbide in tessuto all'interno di armadi e librerie per personalizzare al massimo l'arredamento di casa, con accostamenti liberi di colori e materiali: è l'idea del marchio di arredamento Porro, che ha affidato ad una giovane designer il disegno di motivi inediti. Serena Confalonieri, laureata al Politecnico di Milano in design degli interni, viene da anni di esperienze in studi di architettura e design a Milano e a Barcellona, Berlino e New York: ha ideato una collezione ad hoc con 5 tessuti per il rivestimento delle cabine armadio, prodotto di punta di Porro, che lo presenta nello showroom di via Durini 15 a Milano. "Sono partita dal repertorio di immagini fotografiche e disegni tecnici dell'azienda stessa, ho scelto alcuni dei prodotti più iconici e li ho rielaborati per creare una collezione di 5 tessuti. Il tavolo Ellipse, la sedia Gentle, il tavolino Balancing Boxes e la cabina armadio System, poi nella quinta carta un mix di vari prodotti".

La designer si è ispirata alla silhouette di arredi iconici di Porro, che rivivono nelle due dimensioni e rivestono le ambientazioni di casa, diventando anche una collezione di tovagliette per la tavola. La base di lavoro è la palette cromatica dell'azienda, a cui si sono aggiunti il rosa pesca, azzurro cenere, verde smeraldo, marrone e ocra. "C'è una libertà di essere molto più decorativi che in passato, senza porsi troppi problemi e di rifarsi alla moda come tempistiche: una volta si comprava un mobile per tutta la vita oggi è bello e facile cambiarlo con le stagioni e negli anni, cambiando solo gli elementi decorativi".

La collezione è uno specchio delle nuove tendenze d'arredo: parola d'ordine eclettismo. "Non si è più negli anni Novanta o inizio Duemila con il minimal, l'hitech, l'iper decorativo, si passa da uno stile all'altro senza troppi problemi".