Palermo, (Askanews) - Beni per oltre 500mila euro sono stati sequestrati dalla Polizia di Palermo a Giulio Caporrimo, reggente del mandamento mafioso di "San Lorenzo - Tommaso Natale".L'indagine ha permesso di individuare e sequestrare il cospicuo patrimonio, costituito da una azienda attiva nell'ambito dei servizi di lavanderia industriale, oltre a beni immobili, rapporti bancari e polizze assicurative.L'azienda, anche se formalmente intestata ad un parente, era nella disponibilità diretta del boss che, in virtù della sua posizione all'interno di Cosa Nostra, ha potuto investire ingenti capitali di provenienza illecita, in particolare da estorsioni.Il reggente del mandamento, inoltre, gestiva la cassa della famiglia mafiosa di Tommaso Natale con la quale provvedeva anche al mantenimento in carcere degli associati detenuti.