Reggio Calabria, (TMNews) - Sotto sequestrato il tesoro delle 'ndrine. I finanzieri di Reggio Calabria e Locri hanno arrestato 20 responsabili di associazione mafiosa e riciclaggio, sequestrando disponibilità finanziarie, società ed immobili per 450 milioni di euro. Si tratta di 12 imprese e 17 villaggi turistici realizzati nelle aree balneari calabresi dalle cosche Morabito ed Aquino attraverso una joint-venture con imprenditori spagnoli e l'organizzazione terroristica irlandese Ira.Tra gli arrestati, i boss 'ndranghetisti Rocco Morabito, figlio di Giuseppe "U Tiradrittu" e Rocco Aquino, numerosi imprenditori reggini, campani e spagnoli, un soggetto legato all'Ira, l'esercito indipendentista nord irlandese, e 2 responsabili tecnici comunali che hanno agevolato indebitamente il rilascio delle concessioni edilizie.Le indagini hanno svelato anche come le cosche stessero cercando il consenso della popolazione assumendo maestranze locali e tentando di creare un indotto commerciale turistico.Sessanta le perquisizioni eseguite tra Calabria, Sicilia, Campania e Lazio, ma anche a Londra in Inghilterra e ad Alicante in Spagna.