Roma (Askanews) - La Guardia di Finanza di Napoli ha sequestrato beni per un valore di circa 900 mila euro riconducibili a Fabio Cannavaro. Secondo le indagini delle Fiamme Gialle l'ex calciatore, capitano dell'Italia campione del mondo nel 2006, sarebbe coinvolto in una frode fiscale attraverso una società di noleggio di imbarcazioni di lusso di sua proprietà e della moglie.Il sistema fraudolento, fa sapere la Procura di Napoli, era stato scoperto dall'Agenzia delle Entrate di Napoli nel corso di accertamenti fiscali, a seguito dei quali era emersa la natura simulata dell'attività d'impresa. Secondo le indagini le tre imbarcazioni da diporto nella disponibilità della società "Fd Service" erano infatti utilizzate dai Cannavaro per fini personali anziché essere destinate a noleggio.Al termine dei controlli fiscali è stata accertata, nel periodo tra il 2005 e il 2010, un'evasione di imposte dirette (Ires e Irap) e all'Iva per un valore complessivo di oltre 1 milione di euro.