Roma (askanews) - La tecnica del doppio fondo questa volta non ha funzionato e i finanzieri del comando provinciale di Roma, in collaborazione con il personale dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, hanno trovato e sequestrato oltre 11 chili di eroina purissima. A cadere nella rete dei controlli delle Fiamme Gialle del Gruppo di Fiumicino un passeggero proveniente da Lahore (Pakistan), con scalo all'aeroporto di Dubai (Emirati Arabi) che è stato arrestato.

Il sequestro conferma la tendenza in aumento del traffico di eroina, fenomeno che accende i riflettori sul ritorno al consumo della pericolosissima "brown sugar", detta anche la "droga dei poveri", considerato il prezzo di vendita relativamente basso di circa 10 euro per dose che permette la sua ampia diffusione tra i giovani.

L'elevata purezza della droga sequestrata avrebbe consentito alle organizzazioni criminali di immettere sul mercato, oltre 250.000 dosi che avrebbero garantito guadagni nell'ordine dei 2 milioni di euro.