Il cardinale, "ci vogliamo credere"