Torino (askanews) - La Juventus sogna un destino Real dopo la vittoria per 2-1 a Torino nella partita di andata della semifinali di Champions League contro i campioni in carica del Real Madrid. I gol di Alvaro Morata e Carlos Tevez, con l'intermezzo del pareggio del solito Cristiano Ronaldo, sembrano avere avvicinato la finale. Ma il ritorno al Bernabeu promette battaglia, come anticipa l'allenatore della Juve Massimiliano Allegri nella conferenza stampa del dopo partita: "Mercoledì troveremo un Real agguerrito, a Madrid dovremo fare gol altrimenti difficilmente riusciremo ad andare in finale".Allegri spera di recuperare Pogba per il match di ritorno."Ha fatto dei test che sono risultati buoni, ha detto l'allenatore juventino. Giovedì inizia ad allenarsi con la squadra. Spero di fargli fare sabato un pezzo di partita di campionato perché non può giocare a Madrid senza averlo fatto".Dal canto suo Carlo Ancelotti, coach del Real Madrid, non nasconde i timori."A dire la verità, sono preoccupato, ha ammesso l'allenatore del Real. Abbiamo cercato di vincere e fatto di tutto per ottenere la vittoria. Ma il risultato non è del tutto sfavorevole perché ci giochiamo tutto al Bernabeu".Sotto accusa tra i madrinisti soprattutto Sergio Ramos, costretto a giocare fuori ruolo. Ma il suo allenatore lo difende senza se e senza ma."Abbiamo fatto più errori del solito. Non solo Sergio Ramos, ha puntualizzato Ancelotti. Abbiamo avuto problemi in difesa perché la Juventus ci pressava molto alta. Sergio ha giocato bene come ha fatto nelle gare precedenti".La gara del Bernabeu, tra sette giorni, sarà una corrida per la Juventus. Ma per avere un destino Real dovrà matare il toro madrinista nella sua tana.(Immagini Afp)