Antalya, Turchia (askanews) - Il segretario di Stato Usa John Kerry, che ieri ha incontrato a Sochi il presidente russo Vladimir Putin, ha ammonito Mosca al rispetto della tregua in vigore nell'Ucraina orientale da parte della Russia e dei separatisti, definendolo un momento cruciale per la soluzione della crisi, secondo quanto stabilito dall'accordo firmato nella capitale bielorussa Minsk nei mesi scorsi.Parlando alla riunione dei ministri degli Esteri della Nato ad Antalya, in Turchia, il capo della diplomazia di Washington non ha sfumato le posizioni, sollecitando anche l'intervento dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa."Ritengo che esista un accordo condiviso tra tutti i membri della Nato sul fatto che si tratti di un momento cruciale affinché la Russia e i separatisti assumano iniziative concrete per rispettare l'accordo di Minsk. Ed è fondamentale coinvolgere l'Osce per porre fine ai conflitti in quelle aree".Kerry ha auspicato anche più concreti accordi sulla sicurezza tra i paesi del Consiglio di cooperazione del Golfo, gli Usa e i partner occidentali per combattere il terrorismo: "Tutti gli Stati della Nato ritengono assolutamente necessario definire un più chiaro accordo in materia di sicurezza tra il Consiglio di cooperazione del Golfo, altri paesi alleati e gli Stati Uniti, uno strumento essenziale per contribuire alla lotta contro il terrorismo".(Immagini Afp)