Washington (TMNews) - Cadono le prime teste dopo le clamorose brecce nella sicurezza della Casa Bianca. La direttrice del Secret service americano, Julia Pierson, ha annunciato le dimissioni dopo le polemiche che hanno travolto l'agenzia incaricata della sicurezza del presidente degli Stati Uniti.La decisione arriva dopo che il 19 settembre un intruso armato di coltello è riuscito a scavalcare la recinzione della Casa Bianca e a entrare all'interno.La Pierson nei giorni scorsi era stata ascoltata da una commissione d'inchiesta della Camera dove si era assunta tutta la responsabilità."È evidente che il nostro piano di sicurezza non è stato applicato adeguatamente, ha dichiarato, Questo è inaccettabile, me ne assumo la piena responsabilità e farò in modo che non accada più".Ma la situazione è precipitata e la Pierson, come ha spiegato il portavoce della Casa Bianca Josh Earnest, ha scelto di dimettersi nell'interesse dell'agenzia."Il direttore Pierson ha offerto le sue dimissioni perché ha perché ha ritenuto che fosse nell'interesse dell'agenzia in cui ha servito nel corso della sua lunga carriera. Il ministro della Sicurezza nazionale si è detto d'accordo, come il presidente Obama. In questi ultimi giorni diversi articoli hanno messo in discussione le prestazioni dei Servizi segreti e il presidente ha concluso che era giunto il momento di cambiare la squadra di vertice".(Immagini Afp)