Ferrara (askanews) - "Come per tutti i fatti di violenza, di sangue" anche l'aggressione di Milano a un giovane ebreo è stato accoltellato con dieci pugnalate, la sensazione è "di allarme". Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Per questo "la vigilanza va raddoppiata".La sensazione, davanti a questi episodi, "come per tutti i fatti di violenza, di sangue" è di "allarme naturalmente" e "di impegno perché si raddoppi la vigilanza e la prevenzione che è molto attenta ma che va sempre e costantemente rafforzata"."La cultura serve sempre, perché educa ed è un grande antidoto alla violenza". La cultura è l'elemento più forte contro la violenza" ha spiegato Mattarella che poi ha parlato anche del blitz antiterrorismo dei carabinieri del Ros che hanno portato all'arresto di 17 persone a Merano: "Rientra nell'opera di prevenzione e vigilanza". Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, congedandosi dai giornalisti a Ferrara.