Roma, (askanews) - Mentre la Camera ha votato i primi articoli della riforma della scuola, sit-in di protesta al Pantheon, a Roma, per chiedere di modificare il testo del disegno di legge che, secondo alcuni, è stato addirittura peggiorato.La manifestazione ha riunito studenti, docenti e personale degli istituti scolastici di Roma e provincia e alcuni deputati dell'opposizione, Sel, Movimento 5 stelle e Fratelli d'Italia, e la sinistra interna del Pd. Tra questi Stefano Fassina, Gianni Cuperlo e il fuoriuscito Dem Pippo Civati.Con i manifestanti anche le bandiere di alcune sigle sindacali: Cgil, Csil e sindacati come Gilda e Snals. Alcuni insegnanti precari hanno portato cartelli con le richieste di modifica al ddl, come no allo "strapotere del preside e alla scuola di classe".Un'insegnante:"Sono molte di più le persone che si devono assumere, non vi fate ingannare dai numeri. Questo ddl è l'antitesi della continuità. Hanno assunti i precari e ci precarizzano tutti". "Noi parliamo con gli alunni, dialoghiamo, se loro non ci fanno domande vuol dire che la lezione è andata male. Lui ha parlato da solo, così sa dialogare lui. Da solo. Siamo davvero disperati perché non è giusto per nessuno di noi".