Capri, (TMNews) - In piazza contro i vandali che quest'estate hanno devastato la scuola primaria e dell'infanzia "Giuseppe Salvia" di via Tiberio, a Capri. Centinaia di persone, rappresentanti del Comune compresi, hanno partecipato alla fiaccolata che ha percorso le vie dell'isola: la scuola, intitolata alla memoria del vicedirettore del carcere napoletano di Poggioreale ucciso dalla camorra, è stata devastata, con danni per migliaia di euro. La scoperta dell'accaduto, a inizio settembre, provocò indignazione tra la popolazione: solo l'intervento del Comune e dei volontari ha permesso di riaprirla a tempo di record. Il sindaco di Capri Gianni De Martino: "Io parlo di violenza inaudita verso un posto che non meritava quello che ha subito. Devo ringraziare le famiglie che si sono date da fare per permettere ai bambini di entrare nell'istituto".Partita dalla piazzetta, la fiaccolata, organizzata dal parroco don Carmine Del Gaudio, è terminata davanti alla scuola. "Capri rischia di diventare una di quelle periferie di cui parla Papa Francesco".Le indagini finora non hanno ancora permesso di scoprire i responsabili: per questo il sindaco rivolge un appello alle famiglie di Capri. "Io spero che un episodio del genere non si ripeta più, però ho un appello: se avete visto, saputo o sentito qualcosa non abbiate paura di dirlo".