Genova (TMNews) - "Stiamo organizzando un'operazione trasparenza in cui faremo vedere tutti i dati in nostro possesso sull'andamento dei concorsi in tutte le regioni d'Italia".Risponde così, a margine di una visita all'Università di Genova, il ministro dell'Istruzione, Maria Chiara Carrozza alle polemiche sull'assegnazione delle cattedre agli insegnanti vincitori del contestato "concorsone": motivo del contendere i posti a disposizione, risultati in numero inferiore a quello dei vincitori. Un pasticcio che crea ulteriori ritardi nel settore della scuola pubblica al quale, il ministro sta cercando di mettere una toppa."Ho incontrato - ha continuato il ministro - i direttori degli uffici scolastici regionali a Roma e abbiamo deciso che la prossima riunione la faremo in streaming, quindi sarà possibile connettersi al sito del Miur su internet e loro aggiorneranno sull'avvio dell'anno scolastico, parlando personalmente 5 minuti a testa. Quello che stiamo facendo è mettere insieme tutti i dati riguardo ai concorsi in tutte le regioni e con le graduatorie provinciali, che saranno resi disponibili e scaricabili sul sito del Miur. Purtroppo c'è una parcellizzazione di questi concorsi e di queste graduatorie e credo che questa sia una delle ragioni che ha portato disfunzioni".Novità positive, invece, per gli studenti universitari fuori sede. Il ministro infatti ha firmato il decreto che prevede, per l'anno accademico 2013/2014, l'attribuzione di borse per la mobilità, pari a 5mila euro annui per ogni studente meritevole, per un totale di 17 milioni di euro.