Edimburgo (TMNews) - La Scozia ha detto No all'indipendenza, con un risultato più netto delle previsioni: il 55% dei votanti ha scelto di continuare a far parte del Regno Unito.Dopo i brividi della vigilia, soddisfatto il premier britannico, David Cameron che ha espresso le sue congratulazioni al laburista Alistair Darling, ex cancelliere dello Scacchiere e leader del fronte del No, per la campagna elettorale "ben condotta"."Il popolo di Scozia si è espresso e abbiamo un risultato chiaro. Hanno voluto tenere unite le quattro nazioni del nostro paese e, come milioni di altre persone, io ne sono lieto - ha detto Cameron - è tempo che il Regno Unito si riunisca e vada avanti".Il leader indipendentista Alex Salmond, ha ammesso la sconfitta e ringraziato tutti gli scozzesi che hanno votato per il sì: "Accetto il verdetto del popolo - ha detto, con evidente rammarico - e invito la Scozia ad accettare la volontà democratica del popolo scozzese".Soddisfatto per come sono andate le cose in Scozia anche il presidente del Parlamento europeo, Martin Schulz, che si è detto "sollevato" dall'esito del referendum.Da registrare, infine, anche l'altissima affluenza alle urne, che ha toccato l'85%.