Roma, (askanews) - "Mi sembra una ricostruzione un po' forzata": Arturo Scotto, capogruppo di Sel alla Camera, smentisce così le voci di stampa secondo cui l'arrivo del leader di Sinistra e Libertà al Campidoglio come vicesindaco sarebbe l'arma segreta con cui il partito vuole ricostruire l'alleanza con il PD alla guida di Roma. Secondo Scotto invece Vendola non mira alla poltrona di Luigi Nieri (unico esponente del partito nella giunta Marino)."Nichi Vendola - dice Scotto - è uscito da un'esperienza di governo importantissima, quella della regione Puglia che ha guidato molto bene negli ultimi dieci anni, e oggi è impegnato nella costruzione di un nuovo soggetto della sinistra, che serve a questo paese e a tanti giovani e tante donne. Non credo che questo tema sia nel suo orizzonte".