Londra (TMNews) - L'inchiesta sulla morte di Lady Diana non verrà riaperta perché non c'è alcuna prova che la principessa sia stata vittima di un omicidio, e tantomeno che siano coinvolte in qualche modo le Sas, Special Air Services, le truppe d'elite dell'esercito britannico.Lo ha stabilito Scotland Yard dopo aver preso in considerazione l'agosto scorso nuove informazioni sulla morte dell'ex moglie del principe di Galles Carlo, scomparsa a 36 anni il 31 agosto del 1997 in un incidente di macchina a Parigi, insieme col suo compagno Dodi al-Fayed e il loro autista.La loro morte è stata oggetto di numerose polemiche e teorie cospiratorie che coinvolgevano la stessa famiglia reale inglese, tutte ipotesi secondo Scotland Yard non credibili. "Se anche ci fosse una possibilità che le dichiarazioni sul presunto coinvolgimento delle Sas in questa morte abbiano effettivamente avuto luogo - ha concluso la polizia britannica - non vi è alcuna prova credibile per sostenere l'idea che questeaccuse abbiano un fondamento".